Archivio mensile:aprile 2015

28 aprile 2015 – Decima giornata mondiale delle vittime dell’amianto

Decima  Giornata Mondiale delle Vittime dell'amianto 28 Aprile 2015

                  Giornata della memoria, per non dimenticare quanto male ha prodotto e produce la terribile fibra d’asbesto. Per noi, in realtà, la giornata della memoria è tutti i giorni. Perché ogni giorno abbiamo contezza di questo dramma che non ci permette di dimenticare quanta strada abbiamo ancora da fare per arginare ed eliminare il pericolo amianto e per vincere la “distrazione”, ancora viva in molti, sulla enorme pericolosità di questo minerale e sulla rischiosa presenza di siti, piccoli o grandi che siano, contaminati da amianto, specie se posti nei centri cittadini. E’ evidente il riferimento alla Fibronit di Bari, messa lì nel cuore della città ed ancora lontana dall’essere bonificata. E’ molto importante che venga sottolineato questo aspetto perché non si confonda la teoria con la realtà o, peggio ancora, non si confonda la percezione della realtà con la realtà vera e propria.

Continua a leggere

Stop TTIP, fermiamo il trattato di liberalizzazione commerciale USA-UE

ttipslideIl 18 aprile il mondo si mobilita per contrastare il negoziato che in nome del profitto mette a rischio beni e servizi comuni

Il TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership) è un negoziato tra Unione europea e Stati Uniti per l’apertura della più grande area di libero scambio conosciuta. Condotto lontano dagli occhi indiscreti dell’opinione pubblica e dei parlamenti, porterebbe ad una messa in discussione di standard e normative ambientali e sociali, considerate troppo spesso come impedimenti tecnici al libero commercio.

Sotto attacco non sono soltanto servizi pubblici e beni comuni, a rischio di privatizzazioni e svendite selvagge, ma quegli standard come la sicurezza dei cibi, dell’ambiente, dei luoghi di lavoro, della chimica, gli stessi contratti di lavoro, rispetto ai quali Europa e Stati Uniti hanno idee e pratiche molto diverse, spacciando il tutto come una delle soluzioni più efficaci per uscire dalla crisi permettendo alle imprese europee di fare più affari negli Stati Uniti. Per fare un esempio, che ci coinvolge direttamente, se passeranno questi trattati non sarà più possibile per un paese come l’Italia mettere al bando del proprio territorio gli OGM, ma anche il made in Italy, dell’agroalimentare come del manifatturiero avanzato, non potrà più difendersi dalle falsificazioni.

. Leggi tutto

Legambiente aderisce alla campagna Stop TTIP

Partecipa alle iniziative nella tua città

Firma la petizione

BARI – via Sparano, piazza San Ferdinando
ore 11  flashmob Stop TTIP – “Smaschera il Trattato fantasma”
dalle 18.30 al LAP di Via De Rossi 9, con un momento di informazione e discussione, tra filmati, documenti, interventi.
Per info: https://www.facebook.com/events/1592509774330667/

 

 

Xylella, si punti anche sulle nuove sperimentazioni e ricerche

59935_1di GIOVANNI SECLI’, forum ambiente e salute (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Il refrain ascoltato dai salentini xylettati è stato sempre l’eco di una campana a morto per i nostri ulivi, suonata da esperti e dirigenti regionali: «Non esiste cura al mondo per debellare il batterio Xylella»; pertanto rassegnarsi a convivere e a subire. Ma questo non vale in parte per tutti i batteri, solo contrastati negli effetti dai farmaci, ma con la prospettiva di rafforzare la resistenza dei primi e indebolire le risposte dell’org anismo? Tale convivenza, nostra e degli ulivi, con il batterio è resa meno critica grazie alle ricerche e sperimentazioni in atto, alcune avanzate e promettenti, ma di cui stranamente finora si è taciuto, da parte di chi ha solo cantato il de profundis per gli ulivi. Continua a leggere

Fotovoltaico nei condomini, “consentire lo scambio sul posto”

fotovoltaico_condominioDa Legambiente e Green building Council Italia tre proposte al nuovo ministro Delrio per la riqualificazione energetica e antisismica di edifici e quartieri

Giovedì 9 Aprile 2015
Questa mattina a Milano, nell’ambito di SolarExpo – The innovation cloud, si è tenuto il convegno “La deep renovation in Italia: proposte per la riqualificazione energetica di edifici e quartieri”, a cui sono intervenuti tra gli altri Edoardo Zanchini, vice presidente di Legambiente e Gianni Silvestrini, presidente di Green building Council Italia.

Continua a leggere

Xylella fastidiosa: il batterio killer degli olivi

_philaenus-spumarius.001.630x360

La sputacchina (Philaenus spumarius) è uno dei vettori identificati dell’infezione di Xylella.

Non esiste una cura per le piante attaccate dal killer che arriva dal Centro America. Ciò che si deve fare rischia di mettere in ginocchio la produzione di olio in Italia, ma a rischio è l’intera zona degli olivi del Mediterraneo. Ecco che cosa è e che cosa fa la Xylella.

Continua a leggere