Archivio mensile:maggio 2015

22 maggio 2015 – Giornata mondiale sulla Biodiversità – il dossier di Legambiente

biodiversitaInnalzamento delle temperature, uso sconsiderato del suolo e eccessivo prelievo delle risorse minacciano habitat e specie viventi

In occasione del 22 maggio, giornata mondiale della biodiversità, Legambiente  fa il punto sullo stato di salute delle specie viventi, sui principali fattori di rischio a cui il nostro pianeta è sottoposto da anni (fonti inquinanti, sfruttamento indiscriminato delle risorse naturali, frammentazione degli habitat, cambiamenti del clima e invasione di specie aliene), e sulle strategie da adottare per far fronte alla perdita della diversità biologica. Continua a leggere

22-23-24 maggio 2015 – Spiagge e Fondali puliti 2015, caccia ai rifiuti

SpiaggePulite2015BariBlulogoLegambiente

22, 23 e 24 maggio liberiamo le spiagge e i fondali dai loro peggiori nemici: rifiuti abbandonati e indifferenza. Abbiamo bisogno di volontari, sei dei nostri? 

Bottiglie di vetro, di plastica, lattine, buste, tappi, coperchi, bicchieri, stoviglie, contenitori, cotton fioc, filo e ami da pesca, mozziconi di sigaretta. La lista delle schifezze abbandonate che possono rovinarci il gusto di una bella passeggiata al mare è lunghissima. Un’aggressione continua e insopportabile ai danni dei paesaggi che amiamo di più, a cui è impossibile rimanere indifferenti. Cosa possiamo fare? Prenderci cura delle nostre belle spiagge e liberarle dai rifiuti con una azione volontaria di pulizia. Se saremo in tanti spazzeremo via insieme alla sporcizia l’ignoranza, l’incuria, l’indifferenza.

Partecipa alle iniziative di Spiagge e Fondali Puliti – Clean Up The Med  22, 23 e 24 maggio scegli la spiaggia di cui prenderti cura >>qui

#SchifidaspiaggiaValigie, scarpe, divani… sulla spiaggia si trova di tutto! Fotografa i rifiuti più insoliti che trovi pubblicali su instagram, twitter e facebook con l’hashtag #schifidaspiaggia. Pubblicheremo su questo sito gli scatti migliori

Nemico numero 1, la plastica
Un materiale che non muore mai. I rifiuti plastici vengono scambiati per cibo e ingeriti da mammiferi marini, tartarughe e uccelli, con ripercussioni gravi e spesso mortali. Le microparticelle di plastica originate dalla disgregazione dei rifiuti vengono ingerite da pesci e altri organismi marini e finiscono per contaminare la catena alimentare, arrivando dritti sulle nostre tavole.

scheda di adesione per Comuni, Enti, Circoli di Legambiente >>qui

Gli amici di Spiagge e Fondali Puliti

Files

Continua a leggere